Sulla gestione dei contenuti di YouTube: il caso Travaglio

{{it|Marco Travaglio ad una conferenza a Trento}}Image via Wikipedia

Stamattina sono rimasto senza parole dopo aver letto l’ultimo post nel blog di Beppe Grillo. Il consulente tecnico di ufficio in una causa tra RTI e You Tube pendente davanti al Tribunale di Roma avrebbe cancellato per errore un video di Marco Travaglio tratto dal suo Passaparola. A seguito del reclamo per la cancellazione, come ci riferisce Grillo, YouTube ha risposto come segue:
Per ordine del giudice della causa civile promossa dinnanzi al Tribunale civile di Roma da RTI contro You Tube, ci è stato ordinato di consentire al Consulente incaricato dal giudice di effettuare verifiche sul corretto funzionamento del sistema di Content ID. La rimozione del video in questione è avvenuta nel corso di queste verifiche ad insaputa di YouTube. Non appena abbiamo avuto notizia ci siamo attivati per risolvere l’inconveniente contattando il Consulente. Va ricordato che YouTube è un hosting Service Provider e nel caso di segnalazioni relative al copyright ha l’obbligo di rimuovere i contenuti segnalati.
Ovviamente incuriosito dalla vicenda ho cercato informazioni sul sistema di gestione dei contenuti utilizzato da You Tube e nella prima pagina del sito ho letto quanto segue:
Come funzionano Identificazione audio e Identificazione video?

I proprietari di diritti forniscono a YouTube dei file di riferimento (solo audio o video) di contenuti di loro proprietà, metadati che descrivono i contenuti e norme relative al comportamento di YouTube in caso di rilevamento di una corrispondenza.I video caricati su YouTube vengono confrontati con i file di riferimento. La nostra tecnologia identifica automaticamente i tuoi contenuti e applica la tua norma di preferenza: monetizza, traccia o blocca.

Evidentemente il programma di identificazione audio e video, per come è stato congegnato, consente di eliminare anche contenuti di cui l’agente non è proprietario, fornendo a You Tube dei file di riferimento reperiti in altro modo, magari scaricandoli da You Tube utilizzando una delle numerose applicazioni disponibili in rete. Una evidente falla nel sistema.

 

About the Author

mariosabatino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *