L’unione civile in Gran Bretagna – Civil Partnership Act 2004

Il Civil Partnership Act 2004 consente a persone dello stesso sesso di costituire una situazione giuridica molto simile a quella del matrimonio. L’approvazione di questa legge in vigore dal 2005 ha allineato il Regno Unito al disposto dell’articolo 14 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (divieto di discriminazioni) ed alle più avanzate legislazioni europee in materia (Danimarca, Olanda, Spagna). I civil partners acquisiscono un’ampia gamma di diritti e doveri: diritti e doveri di natura economica conseguenti alla rottura dell’unione, diritti sulla pensione del parner, diritti ereditari, successione nei rapporti di locazione, diritti in materia di immigrazione e cittadinanza.L’unione civile inglese ha una natura contrattuale e possono accedere all’istituto soltanto coppie dello stesso sesso che non siano già impegnate in matrimonio oppure in un’altra unione civile.La registrazione avviene attraverso la firma di un documento, il Civil Partnership Schedule, in presenza di un funzionario pubblico, di due testimoni ed ovviamente della coppia. Come per il matrimonio civile la registrazione non deve avvenire in un luogo religioso e non è permessa la celebrazione di funzioni religiose.

L’unione civile non può essere sciolta prima di dodici mesi dalla sua creazione. Lo scioglimento è condizionato alla prova di fatti che dimostrino l’irreparabile rottura del sodalizio: una condotta di vita inaccettabile; la separazione di fatto con consenso allo scioglimento dell’unione; cinque anni di separazione di fatto anche in assenza di consenso allo scioglimento; abbandono per un periodo di due anni. L’adulterio non è compreso tra le cause di scioglimento dell’unione civile. La separazione delle coppie in unione civile così come i casi di nullità ricalcano la normativa del matrimonio. Tuttavia, la non consumazione durante l’unione non rende l’unione civile annullabile.

Anche le conseguenze di natura economica dello scioglimento delle unioni civile riprendono quanto previsto dalla normativa sul matrimonio. La tipologia di provvedimenti economici che le Corti possono adottare a seguito dello scioglimento delle unioni civili è stata interamente assorbita dalla legislazione applicabile alle coppie sposate. Il legislatore britannico ha inteso pertanto estendere all’unione civile tutte le responsabilità ed i diritti di natura economica conseguenti al matrimonio.

About the Author

mariosabatino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *