Privacy e famiglia : ammissibilità della produzione in giudizio di dati acquisiti senza il consenso dell’interessato

22280357749_18d80ca26a_o

Tribunale di Roma, 15/01/2016, Sez. I, Pres. Dott.ssa Franca Mangano, Rel. Dott.ssa Silvia Albano

Separazione – prova violazione obbligo di fedeltà – persona fisica e diritti della personalità – riservatezza (privacy) – ammissibilità di prove illecitamente acquisite – sussistenza – limiti

In tema di addebito della separazione per violazione dell’obbligo di fedeltà, la produzione di un CD rom contenente una registrazione presa senza il consenso dell’interessato è legittima ai sensi degli artt. 13 n. 5 lett. b) e  24 lettera f) del D.L.vo 30/06/2003 n. 196, in quanto tale prova  viene utilizzata per far valere un diritto nel processo. Deve infatti reputarsi di rango costituzionale, come diritto fondamentale della persona, anche il diritto dell’individuo alla difesa in giudizio, nella medesima misura in cui lo è il diritto alla riservatezza. La facoltà di difendersi in giudizio utilizzando gli altrui dati personali va tuttavia esercitata nel rispetto dei limiti di correttezza, pertinenza e non eccedenza dei dati, sicché la legittimità della produzione va valutata in base al bilanciamento tra il contenuto del dato utilizzato, cui va correlato il grado di riservatezza, e le esigenze di difesa.

(Cassazione civile, ss.uu., 08/02/2011,  n. 3034, Cassazione civile, sez. lav., 05/08/2010,  n. 18279, Cassazione civile, sez. lav., 30/06/2009,  n. 15327, Cassazione civile, sez. III, 11/02/2009,  n. 3358; Cassazione civile, sez. I, 15/05/2008,  n. 12285 e Ord. Istruttoria del Tribunale Torino 08 maggio 2013 – Pres. Michela Tamagnone – Est. Anna Giulia Melilli)

Informazioni su

Avvocato cassazionista in Roma. Membro della commissione diritto di famiglia del COA di Roma. Sono tra i promotori di un progetto del mio Consiglio dell'Ordine sul contrasto al cyberbullismo e per l'educazione dei giovani all'uso consapevole di Internet. Blogger giuridico da quasi 18 anni.

Pubblicato in addebito, famiglia, La Pagina Giuridica, News, Privacy, processo civile Taggato con: , ,