Esecuzioni: ricerca telematica dei beni da pignorare da parte del creditore

Come noto è oggi possibile per i creditori ricorrere ad uno strumento che permette di ricercare, nelle banche dati pubbliche, l’esistenza di beni da pignorare.

Per eseguire la ricerca è necessaria l’autorizzazione del giudice. L’istanza può essere proposta successivamente ai canonici 10 giorni dalla notifica del precetto salvo che vi sia pericolo nel ritardo; in tal caso il giudice può autorizzare la ricerca telematica dei beni anche prima del precetto.

Originariamente lo strumento era stato concepito per consentire la consultazione tramite l’ufficiale giudiziario. Tuttavia, se le strutture tecnologiche necessarie alla consultazione da parte degli ufficiali giudiziari non sono funzionanti, il creditore può essere autorizzato ad accedere personalmente alla consultazione.

La disposizione si applica, limitatamente a ciascuna delle banche dati comprese nell’anagrafe tributaria, ivi incluso l’archivio dei rapporti finanziari, nonché a quelle degli enti previdenziali, sino all’inserimento di ognuna di esse nell’elenco di cui all’articolo 155 quater, primo comma. Allo stato, nel portare servizi telematici del ministero della giustizia non risulta pubblicato alcun elenco di banche dati ai sensi dell’articolo 155 quater, comma 1, disp. att. c.p.c., per le quali sia operativo l’accesso da parte dell’ufficiale giudiziario.  Pertanto il creditore può chiedere al presidente del tribunale l’autorizzazione ad ottenere direttamente dai gestori delle banche dati, limitatamente a quelle indicati nel comma due dell’articolo 492 bis del codice di procedura civile, le informazioni nelle stesse contenute.

Si vedano:

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/dpc.php?id_cont=13607.php

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/dpc.php?id_cont=13605.php

Informazioni su

Avvocato cassazionista in Roma. Membro della commissione diritto di famiglia del COA di Roma. Sono tra i promotori di un progetto del mio Consiglio dell'Ordine sul contrasto al cyberbullismo e per l'educazione dei giovani all'uso consapevole di Internet. Blogger giuridico da quasi 18 anni.

Taggato con: , , ,